La crisi del modello neoliberista tra disastri ambientali e criticità economico-sociali: il caso dell'Emilia-Romagna
La crisi del modello neoliberista tra disastri ambientali e criticità economico-sociali: il caso dell'Emilia-Romagna

Sabato pausa dalle 13.00 alle 15.00. Pranzo vegan BIO, Kmzero, veganfriendly organizzato da Campi Aperti - prezzo popolare, prenotazione entro il 10 febbraio scrivendo a convegno17e18febbraio@gmail.com

Domenica 18 finisce alle ore 13

Accessibilità: piano terra, no barriere architettoniche.

Animali benvenuti.

source

programma 1
programma 2

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

17 febbraio ore 9:30-13

Produttivismo, estrattivismo, finanziarizzazione dell’economia. Un modello di sviluppo che non funziona più nel mondo e in Emilia-Romagna


Modera: Viviana Manganaro,
RECA, attivista ambientalista

Alfonso Gianni, direttore della rivista trimestrale Alternative per il Socialismo
Capitale globale e dimensioni regionali

Marco Bersani, Attac Italia
Finanziarizzazione dell’economia e del modello emiliano-romagnolo

Massimo Serafini ambientalista
Uno sguardo ecologista sulla crisi del modello emiliano-romagnolo

Pier Giorgio Ardeni professore economia politica dello sviluppo, Università Bologna
Più sviluppo, più consumo. Perché siamo alla fine della corsa (anche in Emilia-Romagna)

Marina Mannucci, attivista diritti umani e ambientali
Crisi climatica, donne, intersezionalità. Storie r-esistenti

Wu Ming 2
Il pugno d’asfalto nel guanto verde. Retorica e devastazione in Emilia-Romagna

----------------------------------------------------------------------

17 febbraio ore 15-18:30

Clima, Ambiente naturale, Ambiente urbano, Aree interne. Dal disastro annunciato al cambio di paradigma


Modera: Gabriele Bollini,
RECA

Federico Grazzini, climatologo, ARPAE Emilia-Romagna
Il cambiamento climatico in Emilia-Romagna

Anna Gerometta, Cittadini per l’Aria
Qualità dell’aria ed effetti sulla salute

Luca Gullì e Margherita Romanelli, Diritti alla Città
Rigenerazione urbana: le soluzioni presenti generano i problemi futuri

Piero Cavalcoli e Gioacchino Piras, Osservatorio Urbano di Bologna
Consumo di suolo in Emilia-Romagna, con un occhio ai temi dell’energia e del clima

Bruna Gumiero, biologa, professoressa Alma Mater Bologna
I fiumi nella riprogettazione delle politiche ambientali

Giulio Conte, biologo, Ambiente Italia, IRIDRA
Il ciclo dell’acqua il governo del territorio

Anna Rizzo, antropologa
Aree interne: abbandono o rinaturalizzazione. Quale rapporto con le città

----------------------------------------------------------------------

18 febbraio ore 9:30-13

Beni comuni: Mobilità-infrastrutture, Energia, Acqua, Rifiuti, Economia contadina, Pace e democrazia. Verso un altro mondo possibile e necessario


Modera: Pierpaolo Lanzarini, RECA, Campi Aperti

Linda Maggiori RECA, attivista e giornalista freelance
Autostrade o ferrovie? Le politiche della mobilità (in)sostenibile in Emilia-Romagna

Leonardo Setti RECA, docente Università Bologna
Per una vera e democratica conversione energetica, basata sulle energie rinnovabili

Corrado Oddi RECA, Forum Italiano Movimenti per l’Acqua
Privatizzazione dei beni comuni ed espropriazione decisionale dei cittadini. Il caso dell’Acqua

Natale Belosi, RECA, Rete Rifiuti Zero
Uso insostenibile delle risorse e politiche dei rifiuti

Antonio Onorati, Associazione Rurale Italiana
Economia contadina, la transizione possibile

Sergio Bassoli, Rete Pace e Disarmo
Pace e democrazia, fondamenta di un nuovo modello produttivo, sociale e ambientale

4 months ago